Ultimo aggiornamento 14/06/18

COSA VISITARE

Copertina comunicati stampa

Una città immersa nel verde delle colline toscane ha da sempre affascinato viaggiatori e turisti di ogni epoca per la sua straordinaria bellezza e ricchezza artistica.
Antica lucumonia della civiltà etrusca, vivace centro artistico nell’età medievale e nel Rinascimento, per cinque giorni la città della Valdichiana rinnova il suo ruolo di catalizzatrice e promotrice culturale, mettendo a disposizione le sue strade, le sue piazze, i suoi palazzi e i suoi teatri per una rassegna di appuntamenti dedicati a letteratura, musica, cinema, teatro. Dai suoi 500 metri d'altezza la città domina l'intera Valdichiana e lo sguardo si perde all'orizzonte fino a scovare le cime del monte Amiata ed il Lago Trasimeno.

Cortona per quasi tutto il suo perimetro cittadino è circondata da grandi Mura che conferiscono al centro urbano un fascino particolare oltreché essere un monumento di grande importanza archeologica. Una visita a Cortona non può che partire dalla centrale e scenografica piazza della Repubblica dove si affaccia il duecentesco Palazzo Comunale. Pochi passi e si arriva in piazza Signorelli dove si trova il monumentale Palazzo Casali (XVI sec), da sempre considerato il palazzo della Cultura e oggi sede del meraviglioso Museo dell’Accademia Etrusca e della Città di Cortona (MAEC) e della Biblioteca.

Il MAEC ospita una straordinaria collezione etrusca ed è il cuore del Parco Archeologico distribuito in ben undici siti in città e nel territorio, tra questi di assoluta importanza il complesso tombale dei Tumuli del Sodo (VII sec. A.C.). Il secondo grande museo cortonese è quello Diocesano che custodisce una incredibile collezione di dipinti rinascimentali di Luca Signorelli e del Beato Angelico. La città di Cortona è sormontata da una imponente Fortezza Medicea, quella del Girifalco del XIII secolo.

Per chi ama camminare e scoprire luoghi affascinanti e misteriosi il miglior modo per comprendere ad amare Cortona è quello di camminare nelle sue strade, scoprendo antiche chiese, palazzi nobiliari, ma anche intere zone della città rimaste intatte come nel medioevo, godere della ottima cucina ed ammirare da ogni posizione un paesaggio unico. L’ingresso al MAEC è scontato per i possessori di Carta Feltrinelli o per chi esibisce un biglietto di un concerto del Festival.

Cortona è oggi una delle mete culturali più ambite dal turismo colto e raffinato, è sede staccata della Scuola Normale Superiore di Pisa, ha convenzioni con la Fondazione Giangiacomo Feltrinelli e rapporti stabili con molte Università Americane. Organizza grandi mostre internazionali di arte e archeologia e offre una stagione fissa di appuntamenti teatrali, una ricca estate che si conclude con la Cortonantiquaria, la più antica manifestazione e mostra mercato d’Italia dedicata all’antiquariato, che quest’anno celebra la sua 56ma edizione.

Ufficio Turistico Cortona 0575/637274: info@comunedicortona.it

SEGUICI SU: